Articles

Associazione sportiva sportiva centrale


1950-1970modifier

Negli anni ’50, il calcio è già popolare in Tahiti quando centrale vince la prima delle sue molte vittorie Tahiti Cup, con parti molto giocate con giovani tahiti, fei pi, Excelsior, Punaruu, ecc. A quel tempo, centrale è quindi completamente una squadra di taglio ed è stato quindi dal 1962 che inizierà a dominare la divisione dell’onore. È in mai quadruplo campione tahiziano che accoglie, nel 1966, il primo team professionale che visita Tahiti, sul terreno di Fatuaa. Il SC Tolone, poi nella divisione francese, impone per 3-2 anni, con nelle sue ranghi un certo claude carrara, futuro giocatore centrale e selezionato da Tahiti. Nel 1967, per la prima finale della tazza tahitana giocata nello stadio di Faitua, lo sport centrale è ancora onorato vincendo 1-0 di fronte ai giovani tahiti.

1970- 1985modifier

Il novembre 1974 segna un nuovo punto di svolta nella storia del club e del calcio tahitiano. A Nouméa (Nuova Caledonia), per la prima edizione del torneo di qualificazione del Pacifico per il 7 ° round della Coppa de France, il Centro come batte lo Yate degli Stati Uniti per 3-2 e diventa il primo club tahitiano a partecipare alla Coupe de France , il che rende l’effetto di una bomba e aumenta la popolarità del calcio a Tahiti. Poi, nel gennaio del 1975, è il 1 ° viaggio storico nella metropoli per una sconfitta in Extremis 2-1 contro gli Stati Uniti Malakoff, il futuro promosso a Ligue 2 in questa stagione.

Central domina il calcio tahitiano di La testa e le spalle, i titoli di threading come altre perle. Il suo attacco si schiaccia (o quasi) coscienziosamente tutti gli avversari del territorio in cui solo Piree sembra resistere. La forza lavoro, già formidabile e presa da Carrara e Bennett, è ampliata da Waoute (Vanuatu) e Voirin durante l’anno fiscale del 1978. Gli altri club sembrano essere in grado di organizzare per fare coerenza, mentre il pubblico tahitiano inizia a essere fiu (L’equivalente tahitiano di “stanco”) di questa dominazione.

Dopo aver schiacciato il campionato, il centro passa la velocità superiore. L’impresa arriva sabato 30 dicembre 1978 al Pater Stage in Papeete: Preso dal suo iconico marcatore, Errol Bennett, Beats Central Beats The US Orleans 3-0, Team di Divisione 2 che sarà finalista del Coupé de France la stagione successiva! Nel settembre del 1979, il centrocampista della squadra centrale e del team tahitiano Voirin è impegnata da Saint Etienne, un notevole successo anche se quel giocatore non sarà in grado di vincere. Central continua a mettere i titoli di campionato di Tahiti come altri indossare le perle e, nel dicembre 1981, è di nuovo l’impresa al 7 ° Tour de France a Papeete: una vittoria di 4-2 (dopo estensioni su come Beziers, quindi nella divisione 2 . Infine, nell’agosto 1985, il calciatore professionista Philippe Redon (ex stage Rennais) arriva a Papeete. Rimarrà alcuni mesi, aiutando il Central a cogliere, senza conoscere la minima sconfitta, dal suo 20 ° titolo del campione Tahitiano.

1985 ad oggi:

Ma il secondo titolo del 1985 è la canzone del cigno. Da allora, centralmente potevano cogliere solo due tagli tahiti, conoscendo la sua ultima finale nel 2000, durante la sua rotta (0-6) contro il Venere. Il club sarà persino relegato dalla divisione dell’onore. Cadendo due punti del titolo nel 2000-2001, Central Sport sta risparmiando poco la prossima stagione e ricadute nel 2002-2003. Quando la nuova League federale sostituisce la vecchia divisione dell’onore nel 2004-05, Central ha appena restituito … Nel 2005-06, il tasso centrale da un punto la qualifica per la play-off. Invece di combattere per il titolo, i lati nel giugno del giugno 2006 e scende di nuovo dalla League federale. Nel 2006-07, combatte per tornare indietro di eccellenza (ex 1a divisione). Central rimane anche il fiero club del presidente della Federazione Taitian Football, Eugène Haereraaroa, eletto il 7 maggio 2004 e che rimane il presidente degli omnisporti centrali. Nel 2007-08, Central ha fatto di nuovo dall’élite del calcio tahitiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *