Articles

Cedrela Odorata (Prota) (Italiano)

Prota Logo verde.gif
risorse vegetali dell’Africa tropicale
Introduzione
Elenco specie

Importanza generale Fairytale bookmark gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgbuon articolo stella.svg
Distribuzione in Africa Fairytale Bookmark GOLD.SVGFairytale Bookmark Gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgbuon articolo star.svg
Global Distribution Fairytale Bookmark Gold.svgFairytale Bookmark Gold.SVGFairytale Bookmark Gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgbuon articolo star.svg
carboidrati / amido fiaba bookmark gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgbuon articolo star.svgbuon articolo stella.svgBuon articolo Star.svg
medicinale Fairytale Segnalibro Gold.svgBuono articolo star.svgbuon articolo star.svgbuono Articolo star.svgbuon articolo stella.svg
legno D LAVORO Fairytale Bookmark Gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgFairytal Bookmark Gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgbuon articolo stella.svg
legna da ardere favorita bookmark gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgbuon articolo star.svgbuon articolo star.svgBuon articolo Star.svg
ornamentale Fairytale Bookmark GOLD.SVGFairytale Bookmark Gold.svgbuon articolo stella.svgbuon articolo stella.svg ausiliario Fairytale Bookmark Gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgbuon articolo star.svgBuon articolo stella. svgbuon articolo star.svg
stato di stato Fairytale Bookmark Gold.svgFairytale Bookmark Gold.svgFairytale Bookmark Gold. svgbuon articolo star.svgbuon articolo star.svg

Distribuzione in Africa (culo Tivé)

1, porto dell’albero ; 2, ramo con foglio; 3, fiore nella sezione; 4, frutta aperta; 5, seme.Fonte: Prosea

Piantatura

foglia e frutta secca

foglia e frutta secca

legno

impilate (arnhemse fijnhouthandel)

Schede impilate (Arnhemse Fijnhouthandel)

sezione trasversale del legno

Taglio in legno tangenziale

Taglia r Legno addioulare

cedrela odorata l.

Protologo: sistema. Nat. Ed. 10, 2: 940 (1759). Famiglia: Meliaceae Numero di cromosomi: 2N = 50, 56

Sinonimi

  • cedrela mexicana mruroem. (1846).

nomi vernacolari

  • cedar mogano, cedrela, mogano ceded, mogano femmina, mogano rosso, amahogany amaro (fr).
  • Cedro spagnolo, cedro indiano occidentale, cedarbox cedro (IT).
  • cedro (in.
  • mwerezi (sw).

Origine e distribuzione geografica

cedrela odorata è originaria dell’America tropicale, ma ora è molto coltivata per il suo legno e come albero ornamentale o allineamento in tutte le regioni tropicali. È ampiamente piantato in Africa tropicale, ovest, orientale e meridionale, così come il Madagascar. Le piantagioni di legname sono state messe in atto in Côte D’Ivoire, in Ghana, Uganda, Tanzania, Madagascar e Sud Africa, così come in diversi altri paesi tropicali. In Ghana, Cedrela Odorata è stata piantata lungo le strade nel 1898, ed è attualmente una delle specie più piantate nelle piantagioni forestali. In Tanzania, fu introdotto nel 1911 in Nigeria nel 1929. Nella Costa d’Avorio, oltre il 9900 ettari è stato piantato tra il 1963 e il 1995.

Usi

c ‘è principalmente per La fabbricazione di sigari scatole che il legno di cedrela odorata (nome commerciale: Cedro) è noto, ma è anche usato per la costruzione di luce, carpenteria, modanature, lavori in legno, porte client, costruzione nautica, mobili, armadietto, tavole di rivestimento, scatole, Articoli per la casa, strumenti musicali, oggetti intagliati, impiallacciature, compensato, tornitura e partite. L’odore del legno, che rimuove gli insetti, lo rende particolarmente adatto per la fabbricazione di abbigliamento e casse del guardaroba. I residui servono come legna da ardere e la produzione di carboncino; In Ghana, l’albero è piantato in piantagioni per legna da ardere.

Cedrela Odorata è comunemente piantato come un albero ornamentale, compreso l’allineamento e come albero di ombreggiatura, ad esempio. nelle piantagioni di cacao e caffè. Gli alberi di fiori sono una fonte significativa del nettare per le api. Nella medicina tradizionale a São Tomé, la corteccia serve a trattare la malaria. In Tanzania, la corteccia imbevuta di acqua calda viene applicata a intorpidire la pianta della pianta.

Produzione e commercio internazionale

In molte aree all’interno della sua area naturale, il legno di cedrela odorata è particolarmente apprezzato ed è stato sovraesplosificato. Il suo sfruttamento è proseguito su larga scala negli ultimi due secoli nell’America tropicale e al giorno d’oggi continua in molti luoghi. Nel 2004, i piccoli volumi dei registri di Cedrela Odorata sono stati esportati dal Messico ad un prezzo medio di US $ 207 / m³, così come la Colombia ha esportato piccoli volumi di legname segato ad un prezzo medio di US $ 322 / m³.. Diversi altri paesi dell’esportazione dell’America tropicale, ma spesso in lotti mescolati con altre specie di cedri. Nell’Africa tropicale, il legno di Cedrela Odorata ha ancora poca importanza, ma inizia lo sfruttamento delle piantagioni del legname. Ad esempio, il Ghana esporta di volta in volta piccoli volumi.

Proprietà

Il drittywood è la crema pallida subito dopo aver segato, girando a rosé marrone in aria, e si distingue chiaramente da Il rabbellino, stretto e leggero giallo o marrone pallido. Il filo è generalmente dritto, a volte underflow, il grano è moderatamente maleducato. Legno fresco ha un caratteristico odore di cedro. A volte la gomma Exsude Wood.

Il legno è leggero per moderatamente leggero, con una densità da 1260-525 kg / m³ al 12% di umidità. Nelle piantagioni, abbiamo osservato una grande variabilità.I quattordici anni dalla Costa d’Avorio avevano una densità di 260-340 kg / m³ al 12% di umidità, quella di 52 anni della Tanzania aveva una densità di 385-480 kg / m³ al 12% di umidità. I tassi di prelievo possono essere bassi: quindi, l’1,5% è stato identificato nella direzione radiale e del 2,2% nel senso tangenziale dello stato verde al 12% di umidità per le piantagioni Samoa, ma possono anche essere piuttosto alte. Per quanto riguarda il Legno dell’albero della côte d’Avorio di 14 anni, i tassi di ritiro dello stato verde anidro sono stati 2,5-3,2% nella direzione radiale e del 6,4-6,7% nel senso tangenziale. Il legno secco moderatamente rapidamente con un leggero rischio di germinazione e deformazione. Si consiglia di asciugare l’aria fino a circa il 30% prima di affrontarlo. I piani di 25 mm di spessore sono quasi 2 mesi per asciugare, tavole da 50 mm di spessore circa 3,5 mesi. Una volta asciutto, il legno è stabile nel servizio.

Il legno è tenero. Per il legno dalla Tanzania con una densità di 450 kg / m³ con umidità del 12%, il modulo di rottura era di 54 n / mm², il modulo elasticizzato di 8100 N / mm², la compressione assiale di 35 N / mm², la cersen mm², la divisione di 49 N / mm nella direzione radiale e 56 N / mm nella direzione tangenziale, e la flank 2050 N Durezza Janka.

Il legno funziona facilmente. Ha visto bene, ma lo stress di crescita può causare la divisione della fine dei tronchi, l’ordito e la spaccatura del cuore durante la segatura. Si ubriaca, gira e martellato bene dando una bella finitura; È facile da colla. Si unghie facilmente, ma la tenuta della clou è debole. Lo svolgimento e affettatura danno buoni risultati senza un trattamento preliminare e consentono di ottenere bellissime faccette di Madrat.

The Heartwood è classificato come durevole, ma è solo moderatamente resistente alle termiti; Aubar non è resistente e soggetto a macchie e portafogli fungini. Heartwood è generalmente ribelle in impregnazione con prodotti di conservazione. La segatura può irritare il tratto respiratorio e la pelle. La pasta Kraft offre solo risultati medi: una resa del 54% con un indice Kappa di 71; La lucentezza era mediocre.

Gli estratti della corteccia hanno mostrato in vitro un’attività di antiplasmodium moderata. Nei test in vivo sui topi infetti con Plasmodium Berghei hanno dimostrato che l’estratto della corteccia inibiva significativamente la proliferazione del parassita all’alta dose giornaliera di 1000 mg / kg per via orale. Non è impossibile per Gédénine, un terpenoide con proprietà antimalarici e presenti nella corteccia, che è coinvolta. Gli estratti del legno hanno anche evidenziato attività antimalarali in vitro. Le prove in Nigeria hanno dimostrato che gli estratti grezzi di corteccia hanno una chiara attività contro il mais weevil (sifelus zeamais), i parassiti immagazzinati cereali. La Gédénine isolata di Cedrala Odorata ha evidenziato un’attività anti-appetitosa sul tonchio del riso (silofilus oryzae).

Descrizione

  • Medio grande albero, cuducifold o sempellir, monooica, raggiungendo 40 (-50) m alto; era privo di rami su un’altezza fino a 20 (-25) m, raggiungendo 180 (-300) cm di diametro, privo di collinetti o con colline basse e opache alla base; Superficie di corteccia marrone grigiastro con marrone rossastro, incrinato, rosé marrone interno; top arrotondato; Giovani rami lenticellati.
  • foglie alternate, composti poripennati a (5-) 6-14 (-15) coppie di volantini; stipule assenti; colonna vertebrale leggermente pelosa o glabro; piccioli che raggiungono lunghi 2 cm; Volantini ovali con oblunga-lanceolate, 5-17 cm × 2,5-7 cm, base asimmetrica, Apice acuto o acuminato, intero, glabro, pennatinervas.
  • infiorescenza: pannocchia terminale, altamente ramificato, in sospeso, raggiungendo 50 cm lungo, glabro o leggermente peloso.
  • fiori unisessuali, fiori maschili e femminili di aspetto molto simili, regolari, 5-madri, odoranti; Pedicel fino a 2 mm di lunghezza; Calice in sezione, lunga circa 2 mm; petali gratuiti, lunghi 7-9 mm, bianco crema, saldato in mezzo inferiore alla colonna androgynamic; stami gratuiti, lunghi 2-3 mm; ovaia superiore, globulare, glabro, 5 locali, stile di 1-3 mm di lunghezza, stigma discoide; Fiori di ovaia rudimentale maschili, fiori femminili con antherners indebiti, piccolo.
  • Frutto: 1.5-4 capsula ellissoide obovoide (-7) cm lungo, caduta, a lenticelles, brunetta, deiscenzabile con 5 valvole leggermente legnose, contenente molti semi.
  • 2-3 cm lunghi, semi marroni pallidi, alato con apice.
  • Plantula con germinazione epigey; Cotiladoni foliacetati; Prime foglie opposte, 3 folato con interi volantini.

Altri dati botanici

Il genere Cedrela ha quasi 8 specie e la sua area naturale è limitata alle regioni tropicali dell’America. È strettamente correlato a Toona dall’Asia tropicale e dall’Australia. TOONA CILIATA MRROEM. È piantato come un albero di allineamento e ombreggiatura nell’Africa tropicale, a volte nelle piantagioni del legno, ed è stato spesso confuso con Cedrela Odorata. Differisce dai suoi fiori senza androginoforo e dai volantini lobi o dosanti delle sue piantine.

anatomia

Descrizione anatomica del legno (codici IAWA per i partnei):

  • Cresciti scuri di crescita: (1: cerchi distinti scuri); (2: limiti di cerchi indistinti o assenti).
  • navi: (4: legno con aree semi-porose); (5: legno di legno disseminato); 13: Perforazioni semplici; 22: punteggiature astasculari in stagnatori; 23? : forature alternative (barcollate) di forma poligonale; 25: punteggiatura ad intervallo fine (4-7 μm); 30: forature radiovascolari con areole distinte; simile alle punte intervaslasche in forma e alle dimensioni in tutta la cellula del raggio; 42: diametro tangenziale medio del lume delle navi 100-200 μm; 46: ≤ 5 navi per millimetro quadrato; (47: 5-20 navi per millimetro quadrato); 58: GUM o altri depositi nelle navi di Heartwood.
  • Tracheari e fibre: 61: fibre con punte semplici o finemente (strettamente) aleolated; 65: presenza di fibre partizionate; 66: presenza di fibre non partizionate; (68: fibre murali molto fine); 69: fibre a parete spessa fine.
  • parenchima assiale: 76: parenchima assiale in celle isolate; 78: parenchima assiale juxtavascolare; (79: parenchym assiale circumpascolare (in manicotto)); 89: parenchima assiale in bande marginali o semebrabili; (92: quattro (3-4) celle per linea verticale); 93: otto (5-8) celle di linea verticale.
  • raggi: (97: 1-3-seriali (grandi celle 1-3 celle)); (98: comunemente 4-10 raggi seriali); 106: radiazione composta da cellule rivestite con una fila terminale di cellule erette e / o quadrate; 115: 4-12 raggi per mm.
  • inclusioni minerali: (136: presenza di cristalli prismatici); (137: cristalli prismatici nelle cellule erette e / o quadrate); (141: cristalli prismatici in cellule non partizionate di parenchima assiale); (142: cristalli prismatici in cellule assiali parenchima).
(p. Mugabi, aa oteng-amoako & p. BAAS)

Crescita e sviluppo

La semina ha una crescita molto veloce, fino a 40-50 cm di altezza dopo 3 mesi e 130-150 cm dopo 12 mesi. La crescita iniziale annuale media può raggiungere 2,3 m di altezza e di 2,8 cm di diametro se le condizioni della stazione sono favorevoli e se non è attaccata da ipsipyla, perforazione di germogli. In una piantagione del Ghana, gli aumenti medi annuali di altezza e diametro sono diminuiti da 4,8 m e 5,4 cm, rispettivamente, durante il 2 ° anno a 1,4 m e 2,1 cm durante il quindicesimo anno. In Costa d’Avorio, le miglior fonti raggiungono un diametro medio di 23-27 cm dopo 14 anni e 45-51 cm dopo 24 anni. Un soggetto piantato in Uganda ha raggiunto i 35 m dall’alto dopo 20 anni. Nell’SoDambara orientale (Tanzania), alberi di 50 anni misuravano 26-34 m di altezza, fino a 14-21 m di lunghezza e 40-50 cm di diametro. Il sistema di root è superficiale. Si può sperare per una prima fioritura dopo 10-15 anni. La fioritura è annuale, ma la buona produzione di semi è intervenuta solo ogni 1-2 anni. I fiori sono impollinati da insetti come api e farfalle. I frutti maturano quasi 3 mesi dopo la fioritura. I semi sono dispersi dal vento. È stato riferito che l’albero ha formato un’associazione con Associazione con Micorra dell’albero vescicolare.

Ecologia

Nella sua area naturale, Cedrela Odorata si incontra nella foresta primaria e secondaria fino a 1200 m di altitudine. Preferisce luoghi ben drenati su vari pavimenti, ma si trova più frequentemente sui terreni derivati dal calcare, in particolare in aree con elevate precipitazioni annuali (2000-3000 mm). L’albero tollera una certa siccità una volta che è profondamente radicato. È meglio piagnarlo in terreni fertili, ben drenati, che garantiscono una buona ventilazione per il sistema di root. In Uganda, Cedrela Odorata cresce bene sotto il clima caldo e umido vicino al Lago Victoria. Cedrela Odoraata è esigente alla luce e si comporta come una pianta pionieristica di lunga durata.

moltiplicazione e impianto

I semi sono generalmente prodotti in grandi numeri e possiamo raccoglierli sul pavimento o su una tela sotto l’albero da frutto, ma i semi raccolti su frutta matura Ancora sull’albero mostra risultati migliori di germinazione. Il peso di 1000 semi è 15-30 g. Il tasso di germinazione dei semi freschi è generalmente elevato e germogliare 14-28 giorni dopo la semina. Ben essiccato, possono essere conservati per un anno mantenendo abbastanza bene la loro redditività. La germinazione di semi immagazzinati in bottiglie di vetro chiusa ermeticamente a 4-6 ° C ha raggiunto l’82% dopo 2 mesi e il 78% dopo 14 mesi. I semi vengono gettati sulla mosca o seminati in linee in asiliferi livellati e leggermente coperti di terra, sabbia, segatura o carbone di legna. Quando l’umidità è sufficiente, l’ombra non è essenziale perché aumenta il rischio di fusione. Le giovani piante vengono trapiantate quando raggiungono 30-40 cm di altezza. La semina diretta è materialmente possibile, poiché le piantine hanno una crescita molto veloce.

Sappiamo che la moltiplicazione vegetativa di cedrela odoratatata da parte di marcottage aerea e tagli si è dimostrata in Africa occidentale. Ceppi, piante spogliate e piantine cresciute per il trapianto. I ceppi di 20 cm di altezza e 1-2 cm di diametro piantati a 10 cm hanno mostrato quasi il recupero del 100% in Indonesia. Viene anche utilizzato per la moltiplicazione a piantine naturali che spesso mostrano elevati tassi di recupero. In generale, la spaziatura è (3-) 4-6 m × (3-) 4-6 m.

Gestione

Plaminazioni sperimentali per il legname sono state messe in posizione in Côte D’Ivoire, Ghana, Congo, Uganda, Tanzania, Madagascar e Sud Africa. I test effettuati in Ghana hanno dimostrato che un’applicazione di 200 ml di fertilizzante NPK (15:15:15) su pentole in vasi pieni di limoni sabbiosi una volta ogni 1-2 settimane aumentò significativamente l’altezza e il diametro delle aste, la concentrazione ottimale Essere 1,2-1,6 G / l. L’aggiunta di compost a POTS ha anche un effetto positivo sulla seminativa crescita. La diserbando durante il primo anno è indispensabile. In caso di semina di arricchimento, deve essere assicurato che ci sia abbastanza illuminazione. Cedrela Odorata non può essere trattato con Coppice. Per le piantagioni della Costa d’Avorio la cui densità iniziale è 1111 alberi / ha, si consiglia di chiarire circa il 50% degli alberi quando misurano quasi 10 m di altezza, e che la loro superficie basale è di 14 m² / ha, per praticare il secondo diradamento (da 600 a 400 alberi / ah) quando la superficie basale è di 15 m², il terzo (da 400 a 200-250 alberi / ha) quando la superficie basale è di 16 m² e infine l’ultima (per ottenere una densità finale di 120 -150 alberi / Ah) quando la superficie basale è di 18 m².

Malattie e parassiti

Le farfalle Hyppsyla Grandella, presente in America e Hypsipyla Robusta, trovata in Africa e in Asia, Danneggiare seriamente le piantagioni di Cedrela Odorata attaccando i giovani germogli e piantine. Sembra che gli attacchi siano limitati quando piantati all’ombra. Si consiglia anche di piantare Cedrela Odorata in piantagioni miste. Cedrela Odorata innestata su Toona Ciliata è resistente all’ipsyla Grandella. Il marciume del cuore è frequente in alberi di grande diametro.

Resa

in Nigeria, una piantagione dell’albero di 40 anni ha dato un volume di legname. 455 m³ / ha. Nel sud della Costa d’Avorio, la produttività annuale è di 7-16 m³ / ha.

risorse genetiche

essere molto ricercato per il suo legname nella sua zona naturale, cedrela odorata ha rarefinato molte regioni Ora, bei alberi con una forma desiderata e le dimensioni per il funzionamento sono rari. Cedrela Odorata è classificata come vulnerabile nella lista rossa della specie minacciata IUCN. Gli insediamenti della Colombia e del Perù sono inclusi nell’allegato Cita III. Il che significa che il commercio del ceppo, legname segato e impiallacciatura da questi paesi è consentito solo dalla presentazione di licenze o certificati validi, ma nulla d’altra parte non si oppone al commercio del legname da altri paesi e piantagioni. La piantagione di Cedrela Odorata in tutte le regioni tropicali compensa in una certa misura la forte pressione a cui le popolazioni selvagge sono soggetti. Negli studi provenuti internazionali, più di 15 fonti sono attualmente in fase di test in Africa e programmi di selezione sono iniziati in Costa d’Avorio, Ghana, Nigeria e Congo.

Prospettive

cedrela odorata è una riforestazione piena di futuro perché ha una rapida crescita e produce un legname di legno di legno di Il suo sistema di radici superficiali è un ostacolo alla sua piantagione dei sistemi agroforestrici e la sua sensibilità a Ipsipyla Grandella deve essere presa in considerazione se si desidera utilizzare questa specie in piantagioni di legname in America tropicale, dove si consiglia di piantare Cedrela Odorata nelle piantagioni miscelate Specie che non sono meliaceae.

Principali riferimenti

  • bolza, e. & keating, wg, 1972. Legni africani: Le proprietà, gli usi e le caratteristiche di 700 specie. Divisione della ricerca di costruzione, Csiro, Melbourne, Australia. 710 pp.
  • Burkill, h.m., 1997. Gli impianti utili dell’Africa tropicale occidentale. 2a edizione. Volume 4, famiglie m-r. Royal Botanic Gardens, Kew, Richmond, Regno Unito. 969 PP.

  • Cab International, 2005. Compendio forestale. Cedrela odoraata. http://www.cabicompendium.org/fc/datasheet.asp?CCODE=CED_OD&COUNTRY=0. Dicembre 2007.
  • chung, r.c.k., boer, e., lemmens, r.h.m.j. & Noshiro, S., 1995. Cedrela P. Browne. In: Lemmens, r.h.m.j., Soerianegara, I. & wong, w.c. (editor). Risorse vegetali del sud-est asiatico n. 5 (2). Alberi di legname: minori legname commerciali. Backhuys Publishers, Leiden, Paesi Bassi. pp. 122-126.
  • Dipartimento forestale Cirad, 2003. CEDRO. Tropix 5.0. http://tropix.cirad.fr/ame/cedro.pdf. Febbraio 2008.
  • katende, ab, birnie, A. & Tengnäs, B., 1995. Alberi e arbusti utili per l’Uganda : Identificazione, propagazione e gestione per comunità agricole e pastorali. Manuale tecnico 10. Unità di conservazione del suolo regionale, Nairobi, Kenya. 710 pp.
  • agnello, A.f.a., 1968. cedrela odorata. Alberi di legname in rapida crescita dei tropici della pianura # 2. Commonwealth Foresttry Institute, Oxford, Regno Unito. 46 pp.
  • nwoboshi, l.c., 1997. crescita, biomassa e accumulo di nutrienti in una serie di età di piantagioni di cedrela odorata in Ghana. Ghana Journal of Forestry 4: 56-62.
  • takahashi, A., 1978. Compilazione di dati sulle proprietà meccaniche dei boschi stranieri (parte 3) Africa. Università Shimane, Matxue, Giappone, 248 pp.
  • World agroforestry center, non è stato utilizzato. Database AgroforreeSestree. World Agroforestry Center (ICRAF), Nairobi, Kenya. http://www.worldagroforestry.org/Sites/TreeDBS/aft.asp. Settembre 2007.

altri riferimenti

  • béna, g. & Belhaghel, I., 1994. Test Comparativo delle provenienze Cedrala Odorata, Seguie 1969 – Analisi degli inventari 1983 e 1993. Idemore, dipartimento forestale, Abidjan, Costa d’Avorio.
  • Bryce, JM, 1967. I legname commerciali di TANZANIA. Divisione forestale della Tanzania, uso della sezione, Moshi, Tanzania. 139 pp.
  • cobbinah, J., 2004. Fertilizzazione forestale in Ghana: sfondo concettuale e casi studio con cedri e teak in polipot. Ghana Science Abstracts 14/15/16: 226.
  • Corbineau, F., Defresne, S. & COMO, D. , 1985. Alcune caratteristiche della germinazione dei semi e della crescita della semina di Cedrela Odorata L. (Meliaceae). Legno tropicale e foreste 207: 17-22.
  • ctft (centro tecnico foresta tropicale), 1962. Cedrela Odorata Linnae e Toona Ciliata M. Roemer, Sylvicole Caratteri e metodi di piantatura . Legno tropicale e foreste 81: 29-34.
  • Do Céu de Madureira, M., Martins, AP, Gomes, M., Paiva, J., Proença da Cunha, A. & DO ROSARIO, V., 2002. Attività antimalararia delle piante medicinali utilizzate nella medicina tradizionale nelle isole di S. Tome e Principe. Journal of Etnofarmacologia 81: 23-29.

  • Dupuy, B., 1988. Raccomandazioni Silvicultural per la condotta della riforestazione intensa con la vocazione del legname. Centro tecnico della foresta tropicale, Abidjan, Costa d’Avorio. 54 pp.
  • Dupuy, B., Dourmbia, F., N’Guessan Kanga, A. & Cabaret, N. , 1988. Tavolo provvisorio di produzione di Cedrela Odorata in Costa d’Avorio. Centro tecnico della foresta tropicale, Abidjan, Costa d’Avorio. 23 pp.
  • durand, P. & kouassi, E., 1979. Proprietà fisiche di cedrela (cedrela odoraata) – Piantatura Da MOPRI 1964 (risultati del test n. 112-04 e 112-05). Centro tecnico della foresta tropicale, Abidjan, Costa d’Avorio. 14 pp.
  • ewete, f.k. & ALAMU, O.T., 1999. Estratti di tre specie di mogano come protettori di grano contro il sitofilo Zeamais Wordskulsky (Coleoptera: Curculionidae). Journal of Tropical Forest Resources 15 (1): 22-29.
  • Laboratorio di ricerca sui prodotti forestali, 1971.Segnala su una spedizione di Cedrela Odorata dalla Nigeria. Segnala sui legname d’oltremare n. 16. Prodotti forestali Laboratorio di ricerca, Princes Risborough, Regno Unito. 17 pp.
  • insidewood, non datato. http://insidewood.lib.ncsu.edu/search/. Maggio 2007.
  • jouve, P., 1984. ESSAIS SPECIFICHEES LOGLIMA MALOLO 1979-1980: CORIA, CEDRELA, ACACIA, SWIETINA. Résultats des Mensurations de 1984. Centro tecnica forestale tropicale, centro du congo, loudima, congo. 18 pp.
  • lamprecht, H., 1989. Silvicoltura nei tropici: ecosistemi forestali tropicali e le loro specie di alberi, possibilità e metodi per il loro utilizzo a lungo termine. Deutsche Gesellschaft Für Technische Zusammenarbeit (GTZ) GmbH, Eschborn, Germania. 296 pp.
  • neuwinger, h.d., 2000. Medicina tradizionale africana: un dizionario di utilizzo di impianti e applicazioni. Medpharm Scientific, Stuttgart, Germania. 589 pp.
  • n’guessan, A., 1988. Essai Comportement Cedrela Odorata – Mopri. Bilan EN 1987. Centro tecnica forestale tropicale, Abidjan, côte d’avorio. 7 pp.
  • Omar, S., Marcotte, M., Campi, P., Sanchez, PE, Poveda, L., Mata, R., Jimenez, A. , Durst, T., Zhang, J., Mackinnon, S., Leaman, D., Arnason, JT & Philogene, B.J.R., 2007. Attività antifettanti di terpenoidi isolati da rutas tropicali. Journal of Stored Products Research 43 (1): 92-96.
  • Omoyiola, B.O., 1972. Osservazioni iniziali su un processo di provenienza di Cedrela in Nigeria. Carta di ricerca n. 2 (serie forestale). Dipartimento federale della ricerca forestale, Ibadan, Nigeria. 8 pp.
  • Pennington, T.D., 1981. Flora Neotropica Monografo numero 28. Meliaceae. Organizzazione per Flora Neotropica. Giardino botanico di New York, New York, Stati Uniti. 470 pp.
  • stili, b.t. & Bianco, F., 1991. Meliaceae. In: Polhill, R.M. (Redattore). Flora dell’Africa orientale tropicale. AA. Balkema, Rotterdam, Paesi Bassi. 68 pp.
  • Tanzania forestale divisione, 1963. Legname di Tanganyika: Cedrela Mexicana (cedro centrale americano). Divisione forestale della Tanzania, sezione di utilizzo, Moshi, Tanzania. 4 pp.

Sources de l’illustrazione

  • chung, r.c.k., boer, e., lemmens, r.h.m.j. & Noshiro, S., 1995. Cedrela P. Browne. In: Lemmens, r.h.m.j., Soerianegara, I. & wong, w.c. (Editor). Risorse vegetali del sud-est asiatico n. 5 (2). Alberi di legname: minori legname commerciali. Backhuys Publishers, Leiden, Paesi Bassi. PP. 122-126.

Auteur (s)

  • r.h.m.j. Lemmens, Prota Network Office Europe, Wageningen University, P.O. BOX 341, 6700 AH WAGENINGEN, PAESI BASSI

Citazione correzione de cet Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *