Articles

Cluster di differenziazione

Parliamo spesso di molecole di CD quando si tratta di ordinare le cellule mediante la citometria del flusso. Simboliamo con un “+” o una “-” la presenza o l’assenza di un marker su una popolazione, ad esempio “CD34 + CD31-” significa che la popolazione esprime il CD34, ma non il CD31.

I CD più famosi e utilizzati sono CD3, CD4 e CD8, che determinano la formula linfocitaria, essenziale per monitorare l’evoluzione di un’infezione da HIV. Alcuni cd sono così tanti identificati alle cellule che portanoli che queste popolazioni non hanno altri nomi. Ciò si chiama CD4 o cellule T “CD8”. Allo stesso modo, alcuni cd sono sinonimi di un tipo di cella: parlando di celle CD3 + ritorna per parlare dei linfociti T. Questi indicatori specifici non sono la norma, e molti CD sono condivisi da tipi di cellule molto diversi.

Alcune molecole identificate da un CD sono essenziali per la funzione delle cellule (attivazione, migrazione, adesione, ecc.), Ma per altrimenti la loro funzione rimane sconosciuta. Ci sono anche isoforme di alcuni CD, che complicano ulteriormente le possibili classificazioni. Infine, la presenza di un indicatore del CD sulla superficie di una cella non determina la sua funzione, anche se questo indicatore è noto anche per avere un’attività precisa.

È difficile, anche per lo specialista, determinare Quali sono le molecole che interagiscono tra loro. Questo è uno dei difetti della denominazione del CD: non aiuta l’intuizione. Come indovinare che il Ligand CD27 è CD70, e quel CD80 e CD86 sono ligandi CD28 e CD152? Questo è il motivo per cui alcuni CD sono comunemente chiamati “CDXX Ligand”. Questo è ad esempio il caso del CD40-Ligand, che porta il nome standard di CD154. Per quanto riguarda i nomi standard delle citochine e delle chemochine, rimangono alcuni nomi, nonostante il clustering degli anticorpi corrispondenti, ad esempio Trail (CD253) o CTLA-4 (CD152).

Infine, alcuni indicatori sono designati Nome del clone antigenico monoclonale che li riconosce. Questo è ad esempio il caso del marker B220 (CD45R nel mouse) o il DX5 (CD49B nel mouse), poiché è stato lungo il caso per OKT3 (CD3 umano).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *