Articles

Compra all’estero, come usare

Marrakech, il quadrato Djemma el FNA. Marrakech, Posiziona Djemma El FNA. Jean-Marc Guerrero

Per il prezzo di un bilocale a Parigi, è possibile offrire un … Riad a Marrakech. Diventare un proprietario all’estero può permetterti di realizzare un buon affare, a condizione di evitare le trappole, che a volte sono numerose. Naturalmente, le situazioni variano enormemente da un paese all’altro, ma non iniziano in alcun caso in questo tipo di acquisizione senza prendere precauzioni. “Se la legislazione francese è protettiva per gli acquirenti, non è il caso in tutti i paesi”, afferma Patrice Bonduelle, notarile a Gabinet Michez & Associati.

Adatta a La legislazione del paese in generale, le transazioni passano attraverso un notaio, ma non è sempre il caso. In Spagna, è un avvocato che scrive l’atto di acquisto e un notaio che lo registra. Un acquirente deve quindi pagare le tasse a questi due professionisti. In Gran Bretagna e in alcuni paesi dell’ex Commonwealth, solo gli avvocati (chiamati “sollecitors”) scrivono e registrano gli atti.

Infine, il diritto di proprietà può essere molto diverso da quello a Vigor in Francia. “In Marocco, alcune case hanno un titolo denominato” adorabile “e non-terra. In questo caso, l’acquirente corre il rischio di vedere uno o più eredi indivisi che rivendicano un risarcimento dopo la vendita”, avverte jérôme guérin, direttore del Emile Garcin Agency a Tangeri.

Prima di acquistare, prendere consigli da un notaio francese; la plupart des études disposent de correspondants locaux, ou connaissent des professionnels bilingues pour vous assister dans vos démarches.

Optimisez votre financement Lorsque vous financez votre achat immobilier depuis la France, la banque exige une garantie située sur le territoire francese. “Potrebbe essere un mutuo su una proprietà o un impegno su un investimento di assicurazione sulla vita”, “afferma Yann Marchand, capo del Centro di credito presso la HSBC Francia. L’altra soluzione è quella di passare attraverso i finanziamenti locali. “In questo caso, la Banca del paese richiede generalmente un contributo sostanziale, dell’ordine del 30% al 50%”, afferma Philippe Taboret, Vice Direttore Generale Generale del Broker Cafpi.

In ogni caso, lo farai Devo aprire un conto bancario locale, che non è sempre una formalità e implica alcune sottigliezze. In Marocco, ad esempio, è necessario aprire un account in Dirham convertibili in modo da poter rimpatriare la tua capitale il giorno in cui vendi la tua proprietà.

E non dobbiamo dimenticare di dichiarare ogni anno l’esistenza di questi conti al Autorità fiscali francesi. “Altrimenti, il rischio deve essere raddrizzato e il dovere, inoltre, pagare una multa, almeno 1.500 per conto aperto e il 5% del saldo del credito se più di 50.000 euro sono fissati sul conto”, afferma Christophe Chillelle, direttore di Heritage Engineering presso HSBC Francia.

Non trascurare i costi accessori Un prezzo di acquisto molto basso a volte nasconde costosi costi di manutenzione costosi. Negli Stati Uniti, ad esempio, le residenze più recenti impongono servizi di pagamento: protezione, piscina, lavanderia … “Le spese operative possono essere esorbitanti se la residenza viene commercializzata perché sono diffuse sopra gli appartamenti venduti”, afferma Alexander Kraft, CEO di Sotheby’s International Realty France-Monaco.

Altro punto importante: ricorda di integrare i costi assicurativi, a volte molto alti. Questo sarà il caso se investiresti, ad esempio, in una casa in Florida, frequentemente colpita dagli uragani. “A Miami, è necessario contare circa $ 10.000 (7.700 euro) all’anno per garantire una casa da 1 milione di dollari vicino alla spiaggia”, afferma Christophe Bourreau, Gestione Barnes negli Stati Uniti.

Attenzione a Tassazione Se intendi noleggiare la tua proprietà per prendere il reddito, sarà necessario dichiararli in Francia. Ma non subirai la doppia tassazione. “La regola generale dei trattati fiscali è che l’imposta sui ricavi di noleggio è pagata nel paese in cui si trova la proprietà, tale importo è addebitato sotto forma di un credito d’imposta sulle somme da risolvere in Francia”, afferma Christophe Chaillet . Verificare che i prelievi sociali siano ben inclusi nel campo delle imposte menzionate nel trattato fiscale, altrimenti non è possibile beneficiare di questo credito d’imposta.

riguardante la tassa di solidarietà sulla ricchezza (ISF), i trattati fiscali tra i paesi sono meno numerosi. Così, il Brasile o la Tailandia non lo hanno firmato con la Francia. In questo caso, l’ISF deve essere risolto per intero in Francia sul valore della proprietà.

Pensa alla trasmissione della tua proprietà in termini di successione, la legge francese si riferisce alla posizione della proprietà. Se possiedi una casa in Gran Bretagna, sappi che la riserva ereditaria (parte del tuo eredità che è impossibile da privare i tuoi figli) non esiste in questo paese. Nota: un regolamento europeo prevede che al 17 agosto 2015, solo un regime civile si applicherà per tutte le proprietà detenute in Europa (tranne in Danimarca, il Regno Unito e Islanda), quella dell’ultimo paese. Residenza.

Attenzione anche alla protezione della metà: alcuni paesi, come l’Italia o l’Olanda, non riconoscono le donazioni tra i coniugi. “Per evitare qualsiasi problema, il meglio è scrivere il testimoniamento per paese in cui abbiamo proprietà, da un professionista locale e per garantire che vi sia un testamento centralizzato in Francia, in modo da essere sicuro che gli avvocati locali coordinano e che l’ultimo I desideri sono rispettati, “consiglia a Patrice Bonduelle.

Leggi anche: in Marocco, i prezzi sono di nuovo ragionevoli (collegamento sottoscrittore) Leggi: In Spagna, il mercato delle Stone in Freefall Leggi anche: I prezzi sono anche tuffati in Portogallo Leggi anche: A RIO De Janeiro, il Real Estate prende in giro la crisi Leggi anche: Opportunità di afferrare in Grecia

M. PE.

  • Condividi
  • Condivisione Condivisione disabilitata disabilitata
  • Condivisione disabilitata Invia per e-mail
  • Condivisione disabilitata Condividi disabilitato
  • Condividi Condivisione disattivata disattivata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *