Articles

Esperienza

Riepilogo

Obiettivi

Valuta le prestazioni della risonanza magnetica pelvica per la valutazione dell’estensione locale preoperatoria dei tumori endometrici come parte della nostra pratica locale presso l’Ospedale Universitario (CHU) di Nantes Dalla nuova consigli chirurgici del 2010 Istituto nazionale del cancro, con analisi mirata sull’infiltrazione del miometrio e sull’aroma cervicale.

Materiali e metodi

Retrospettiva monocentrica Studiare su una serie di pazienti gestiti dal cancro endometriale nel dipartimento di Nantes Chu Ginecologia e ha beneficiato di una risonanza magnetica pelvica preoperatoria nel nostro servizio tra novembre 2010 e novembre 2016. Dati MRI raccolti dai report iniziali, quindi confrontati Dati istologici postoperatori

Risultati

Sessantaquattro pazienti sono stati inclusi. La profonda infiltrazione del mitero è stata trovata in 35 pazienti con risonanza magnetica contro 34 pazienti in istologia (5 falsi positivi, 4 falsi negativi). Un’infiltrazione dello stroma cervicale è stata trovata in 9 pazienti in mri contro 19 pazienti in istologia (2 falsi positivi, 12 falsi negativi). La sensibilità e la specificità della risonanza magnetica sono state rispettivamente dell’88,23% (intervallo di confidenza del 95%) e dell’83,33% (IC) per la profonda infiltrazione del Misometro e del 36,84% (IC) e del 95,55% (IC) per l’infiltrazione dello stroma cervicale .

Conclusione

I nostri risultati sono paragonabili ai dati dalla letteratura, con una bassa sensibilità della risonanza magnetica per il Valutazione dell’infiltrazione dello stroma cervicale, incoraggiandoci a modificare il nostro protocollo MRI completando una sequenza T2 ad alta risoluzione perpendicolare al colletto quando necessario.

Il testo completo di questo articolo è disponibile in PDF.

Abstract

Obiettivi

per determinare la precisione della diagnosi della risonanza magnetica Imaging (MRI) per la messa in scena preoperatoria nell’endometrio Cancro nel nostro centro (Centro ospedaliero universitario di Nantes: Chu), Sin the Francese National Cancer Institute Istituto Consigli sulla chirurgia PUBLICIO N nel 2010, in particolare per la previsione dell’invasione stromale myometriale e cervicale.

Metodi

Studio monocentrico retrospettivo di consecutivo Le donne hanno gestito il cancro endometriale nel dipartimento di Gynechol di Chu di Nantes, che subì la risonanza magnetica pelvica preoperatoria nel nostro dipartimento di radiologia dal novembre 2010 a novembre 2016. Dati della risonanza magnetica raccolti dalla relazione iniziale e confrontati con risultati istologici chirurgici come standard oro.

Risultati

I pazienti sessantatrici sono stati inclusi. L’invasione myometriale profonda era presente in 35 pazienti in mri Versus 34 pazienti con istologia postoperatoria (5 falsi positivi, 4 falsi negativi). L’invasione stromale cervicale era presente in 9 pazienti in MRI rispetto a 19 pazienti istologia postoperatoria (2 falsi positivi, 12 falsi negativi). La sensibilità e la specificità erano il rispettoso dell’88,23% (intervalli di confidenza del 95% (CI)) e dell’83,33% (CI) per l’invasione miometrica profonda; 36,84% (CI) e 95,55% (CI) per l’invasione stromale cervicale.

Conclusione

I nostri risultati erano stati Paragonabile ai dati della letteratura, con una bassa sensibilità per il rilevamento di invasione stromale cervicale, guidandoci per modificare il nostro protocollo MRI con sequenza T2 ad alta risoluzione opzionale perpendicolare al canale cervicale, se necessario.

Il testo completo di questo articolo è Disponibile in PDF.

Parole chiave: cancro endometriale, stade figo, imaging di risonanza magnetica, profondità di infiltrazione myometriale, infiltrazione di stroma cervicale

Parole chiave: cancro endometriale, fico. Messa in scena, imaging di risonanza magnetica Profondità di invasione, invasione cervicale

Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *