Articles

Glaucoma IRIDO-Corneo-Syndrome Endoteliale

Riepilogo

IRIDO-Cornéo-Endotelial Syndrome Glaucoma

IRIDO- La sindrome da corneo-endoteliale (ghiaccio) è un gruppo di malattie caratterizzato dalla proliferazione cellulare endoteliale corneale manifestata da edema corneale secondario, anomalie periferiche precedenti e anomalie di stroma ironiche. L’eziologia non è ancora ben nota, ma potrebbe essere collegata a un’infezione virale da parte dell’Herpes Simplex o Epstein-Barr Virus. La patogenesi dell’affetto è segnato dalla presenza di cellule endoteliali cornea anomali (responsabile per l’edema corneale), invadendo la regione del trabeculum (con la creazione di precedenti synignies e l’aumento della pressione intra-occhio (IPO)) e la superficie dell’iride (creando fori IRiens, una distorsione pupillare e noduli iRiens). La sindrome del ghiaccio, che include l’atrofia essenziale dell’iride, la sindrome di Chandler e la sindrome da Cogan-Reese (o la “sindrome dell’iris naevus”), è più spesso unilaterale, non familiare e tipicamente si verifica nella giovane donna. La sindrome del ghiaccio è generalmente progressiva e spesso complicata con il glaucoma secondario e la decompensazione cornea. Nella sindrome di Chandler, le anomalie ironiche sono meno marcate, e l’edema della cornea è più importante che nell’atrofia essenziale della sindrome dell’iride o della cogan-reese. Il glaucoma associato alla sindrome del ghiaccio è spesso difficile da trattare, che richiede l’uso di trattamento medico e chirurgia del filtro anti-glaucomatosa. La chirurgia è inizialmente efficace, ma spesso fallisce mediante endotelializzazione della fistola da cellule cornette endoteliali.

Astratto

Sindrome endoteliale IRIDOFONEAL e glaucoma

La sindrome da iRidocorneale endoteliale (ICE) è un gruppo di condizioni oculari caratterizzate da endotiliopatia proliferativa corneale in cui edema corneale secondario, sineiee anteriore periferica e anomalie dello stroma dell’iride sono le caratteristiche comuni. L’eziologia rimane poco chiara, l’obiettivo può essere correlato all’infezione virale con Herpes Simplex Gold Epstein-Barr Virus. Si ritiene che la patogenesi della sindrome del ghiaccio si ritiene che verifichi cellule endoteliali (edema corneale di Causaf), con uno spostamento secondario delle cellule sulla regione trabecolare della meshwork (causando la sinechia anteriore e la pressione intraoculare elevata) e attraverso la superficie dell’iride (responsabile della formazione dei fori dell’iride, distorsione pupillare e iris noduli). Il complesso della malattia, che include la sindrome dell’iride essenziale, la sindrome di Chandler e la sindrome di Iris Nevus (Cogan-Reese), è quasi sempre unilaterale, non familiarile, e tipicamente si verifica nelle femmine durante il giovane età adulta. La sindrome del ghiaccio è comunemente progressiva e spesso complicata dal glaucoma secondario e dalla decompensazione cornea. Nella sindrome di Chandler, i cambiamenti dell’Iris sono meno pronunciati e l’edema corneale più frequente rispetto alla sindrome dell’oro di Atrofia dell’iride essenziale della sindrome da cogan-Reese. Il glaucoma associato alla sindrome del ghiaccio è spesso difficile da gestire ed è solitamente trattato con farmaci e / o chirurgia filtrante. La chirurgia del filtraggio del glaucoma è solitamente riuscita quando è stata eseguita in anticipo, lo scopo può fallire a causa dell’amrotelializzazione della fistola dall’enerrotelio corneale anormale.

Parole chiave: sindrome IRIDO-Corneo-Endoteliale, Sindrome di Chandler, Sindrome di Cogan -Reese (o “sindrome da iris naevus”), glaucoma, endotelio cornoen

Parole chiave: sindrome da iridocorneale endoteliale, atrofia dell’iride essenziale, sindrome di Chandler, sindrome di Iris (Cogan-Reese), glaucoma, corneale endotelio

Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *