Articles

La Fondazione Cerebrale Paralisi offre moduli auto-riabilitazione nel periodo di confinamento (comunicato)

Condividi

La paralisi cerebrale è la principale causa di handicap del bambino: una nascita tutte le 6 ore, 1500 nascite all’anno, 125.000 persone oggi in Francia. Durante questo periodo di confinamento, la Fondazione cerebrale della paralisi mette a disposizione degli strumenti interessati per ottimizzare la loro gestione riabilitativa e promuovere l’autore-riabilitazione.

paris, 24 marzo 2020 – Le persone che hanno la paralisi cerebrale spesso devono avere sessioni di riabilitazione Durante tutta la vita per consentire ai miglioramenti funzionali, mantenere i risultati, evitare complicazioni e combattere contro il dolore.

Anche durante questo periodo di confinamento, mentre l’accesso ai professionisti della riabilitazione è complicato o impossibile, l’uso dell’auto-riabilitazione ha senso . La sfida per le persone interessate è mantenere la loro forma e il comfort della vita.
sul suo sito, la Fondazione Cerebrale Paralisi fornisce documenti, esercitazioni e attività di manutenzione presentate da professionisti esperti. Il paziente può eseguire questi esercizi da soli o assistiti assistenti familiari o assistenti della vita.

Documenti e video di auto-riabilitazione

I documenti di riabilitazione automatica sono stati messi online, con foto di esercizi di stretching , rinforzo muscolare o esercizi funzionali di arti superiori e inferiori.
Sono disponibili:

  • Un libro di auto -Reducato per arti superiori, arti inferiori e imparare ad alzarsi dal terreno proposto dallo Garches Foundation
  • Un libretto auto-riabilitazione per i giovani bambini autonomi che presentano i muscoli dei muscoli dei muscoli. Braccio dopo una lesione cerebrale, dal centro medico-chirurgico della riabilitazione dei massaggi, croce rossa francese)
  • Una guida per la ginnastica del bambino dell’Istituto inutilizzato cerebrale per i genitori di bambini che rischiano sviluppare un coinvolgimento del motore e che desidera partecipare attivamente alla progressione del loro bambino (laboratorio del motore cerebrale dell’Istituto < SPAN Style = “Colore: RGB (45, 48, 51); “>)
  • Un contratto guidato auto-riabilitazione in paresi spastica. (Source PR JM Gradies)

Esercizi filmati A casa, da solo o con l’aiuto di Assistenti Life o I caregiver sono stati messi online. I responsabili del Cerebrale Motor Institute (IMC), questi video sono stati fatti da uno dei suoi formatori, David Guedin, un fisioterapista per 22 anni nel motore disabilità. Si concentrano sul bodybuilding:

  • il metodo tabata-standing,
  • l’interesse di praticare del bodybuilding ad alta intensità,
  • il feedback di Due giovani che praticano il bodybuilding ad alta intensità.

Il contenuto della pagina sarà arricchito nel corso dei giorni. Maggiori informazioni seguendo questo link

Informazioni sulla Fondazione Cerebrale Paralisi

La Fondazione Cerebrale Paralisi è stata creata nel 2005 da Associazioni dei genitori e professionisti della salute, con sostenere dal ministero dell’istruzione superiore e della ricerca. È rivolto a promuovere e sostenere la ricerca cerebrale di paralisi, lavorando per migliorare la qualità delle cure, la diffusione di buone pratiche e sviluppo della conoscenza. Conduce alle richieste di progetti di ricerca ogni anno e alloca i fondi al lavoro più promettente. Questi chiedono progetti, finanziati dalle donazioni che la fondazione della raccolta, sono sorvegliate dal suo Consiglio scientifico, composto da esperti indipendenti europei.
La Fondazione Cerebrale Paralisi è l’unica base di ricerca in Francia specificamente dedicata alla paralisi cerebrale. La Fondazione è un partner di organizzazioni nazionali (federazione francese delle associazioni IMC) (Accademia europea della disabilità infantile, Alleanza cerebrale di paralisi – Australia, Fondazione cerebrale di paralisi – Stati Uniti). www.fondationparalsiecherebrarale.org

paralisi cerebrale, cos’è?

Sai che la paralisi cerebrale è la principale causa dell’handicap del bambino? Una nascita ogni sei ore, quattro nuovi bambini hanno raggiunto un giorno …! La paralisi cerebrale designa un gruppo di disturbi che influenzano i movimenti di una persona dalla nascita. È un handicap permanente che di solito non peggiora nel tempo.È dovuto danneggiare il cervello di sviluppo del bambino, durante la gravidanza o intorno alla nascita.
Le cause sono molteplici, ad esempio una nascita prematura o un cavo avvolto attorno al collo del bambino durante la nascita. Questo può arrivare a qualsiasi neonato. Le conseguenze possono essere più o meno pesanti che vanno da una leggera difficoltà a raggiungere un grave attacco di abilità motorie causando l’uso della sedia a rotelle (paralisi di un lato del corpo o anche dei quattro membri) . Le persone con paralisi cerebrale possono anche avere carenze meno visibili come disturbi visivi, discorso, epilessia, disturbi di apprendimento o persino disabilità intellettive.
Il considerevole progresso della scienza attraverso la ricerca Questi anni prendono le principali innovazioni come ad esempio:
  • Nella prevenzione delle lesioni alla nascita come ipotermia: otteniamo la temperatura del corpo infantile a 33,5 ° che protegge il cervello e promuove la riparazione delle cellule danneggiate. Grazie a questa nuova tecnica, il destino di questi neonati può cambiare!
  • nello sviluppo di tecniche di riabilitazione più efficienti dei primi mesi di vita per prevenire complicazioni e dolore,
  • nel miglioramento La partecipazione attiva e il corso di vita dei bambini e delle loro famiglie e degli adulti per consentire loro di essere più autonomi,
  • nello sviluppo di tecnologie di sostanze (dalla robotica che consente a molti compiti a giochi seri per la riabilitazione … )

La ricerca è utile solo se si traduce nella vita di coloro che ne hanno bisogno.

E poiché la ricerca è anche una questione di mezzi, la Fondazione Cerebrale Paralisi Ha bisogno di denaro e donazioni per finanziare i progetti di maggior portatore di speranza e progresso.

> Premere Contatto: Anne de Lander – [email protected]

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *