Articles

L’account Nickel è diverso dagli altri Neobanks

Al momento del lancio, nel febbraio 2014, il conto di nichel aveva brandito una misura: il servizio inventato da Ryad Boulanuouar e distribuito in un ufficio del tabacco era il “conto senza banca”. Uno slogan che è stato accompagnato da un discorso offensivo sugli abusi che le banche tradizionali sono soggette a clienti precarie e fragili finanziariamente.

tre anni e mezzo e 750.000 clienti dopo, questo Leitmotiv non è completamente scomparso: appare sulle scatole del marchio e su poche pagine del suo sito web. Ma era più discreto. Due eventi, si deve dire, è intervenuto da allora. Il conto del nichel, in primo luogo, non è più di un nebank tra gli altri, unito da C-Zam, Revolut o N26. È stato riscattato, quindi, con una banca “reale”, e non nessuno, il più grande in Francia: BNP Paribas.

un “modello sociale” che dura

” Non giudichiamo. Noi non valutiamo. Non giriamo “

, il conto nickel non dà fino a affermare la singolarità del suo modello. “Non giudichiamo, non valutiamo, non lo allontaniamo, la nostra clientela è tutti”. La formula è Hugues Le Bret, Co-Creator e Presidente del Consiglio di Vigilanza, in occasione di un recente punto stampa recente nei suoi locali Nantes.

Questo “modello sociale”, ha fatto “universalità” e ” Benevolenza “, differenzia sempre, secondo il suo capo, il racconto del nichel delle banche tradizionali, ma anche neobanca. “A differenza della banca arancione, non c’è bisogno di possedere un account in un’altra banca ad aprire un account nickel”, affronta la breta sul nuovo concorrente, che impone un primo pagamento della carta di credito per convalidare l’apertura.

Altre differenze : Grazie alla sua presenza negli uffici del tabacco, il conto del nichel sostiene un “modello di accompagnamento” che non esiste nei suoi concorrenti. “L’80% dei nostri clienti utilizza il desktop per aprire o gestire il proprio account”, afferma Hugues Le Bret. “Nessun altro neobanque può offrire una rete di prossimità (1)”.

“L’account di nichel non è fatto per i millenaliali”, continua Arnaud Giraudon, l’attuale presidente della creazione del pagamento. “Non c’è bisogno di uno smartphone di usarlo. Utilizziamo nuove tecnologie, ma per nasconderli meglio”.

una “pianta selvaggia” nell’ecosistema BNP Paribas

Cosa ha cambiato l’acquisto dell’account di nichel da parte di BNP Paribas, ha annunciato lo scorso aprile ed efficace da luglio? “Non molto su base giornaliera”, afferma Arnaud Giraudon. “BNP ha capito che il conto di nichel era una pianta selvatica che deve essere coltivata” persegue Humues Le Bret. Quest’ultimo, tuttavia, spiega che “Prima di BNP Paribas, il racconto del nichel rischiato il surriscaldamento. Questo non è più il caso ora”.

parola di bocca soprattutto

“Costruisci, in 3 anni e con 32 milioni di euro di investimenti, un modello di banca redditizio, è senza equivalente nella storia della Bancaria francese”. Secondo Hugues Le Bret, il conto di nichel è stato equilibrio per un quarto. Un successo industriale che detiene due caratteristiche: un costo di acquisizione del cliente molto basso e un modello di prezzi a basso costo, ma non gratis.

“Oggi abbiamo un costo di acquisto estremamente debole, che non ha nulla a che fare con cosa Troviamo altrove “, spiega Jérôme Celot, direttore del marketing. “Questo costo può facilmente raggiungere tra 200 e 300 euro in banche che producono grandi campagne e offrono premi all’apertura. Siamo anni leggeri da quello.” Nessuna televisione, nessuna radio, nessuna visualizzazione e piccola rete: per la sua promozione, il Il racconto di nichel si basa principalmente sulla Parola della bocca – che attirerà 2 nuovi clienti su 3 -, sulla sua presenza negli uffici del tabacco e negli articoli della stampa, locale in particolare in occasione delle aperture di nuovi punti vendita.

41 euro in media per anno e dal client

“Il libero non esiste”

Altro pilastro del modello: Prezzi. A differenza della N26, della rivolta o della Banca arancione, che non addebitano l’accesso al servizio, l’account di nichel addebita la considerazione di 20 euro all’anno, a cui vengono aggiunti prelievi o incidenti. In media, un cliente paga 41 euro all’anno.

“Il libero non è esistente” Assenes Bret. “I nostri concorrenti hanno fatto la scelta di basare il loro modello sulla croce vendita: attirano i clienti con il conto bancario gratuito, sperando di venderlo dopo il credito o l’assicurazione”, dettagli l’ex capo della Banca Boursorama.”Ma per raggiungere questo obiettivo, devono selezionare i propri clienti, con il reddito in particolare. Non è la nostra filosofia”.

“paga, stai pagando: è la nostra ragione per essere. Avviamo di affrontare le persone per Chi è sufficiente “, prolunga Arnaud Giraudon. A differenza della N26 o della Banca arancione, pertanto, pertanto, il conto nickel non intende pertanto richiedere un’approvazione bancaria che lo consentirebbe di gestire i depositi in diretta, proporre prodotti di credito o di risparmio. Il che non significa che questi prodotti rimarranno inaccessibili ai clienti di nichel: “Domani, grazie alle API, saremo in grado, ad esempio, per connettere i clienti che lo desiderano con un attore di credito creditizio”, annuncia Arnaud Giraudon. L’account di nichel, piattaforma di servizi bancari futuri?

priorità per il tempo reale

L’account di nichel ha il vantaggio di proporre una disponibilità immediata della carta di credito – nonnominativo – al Loopralist, quando altri Neobanques hanno bisogno di almeno una settimana per spedirlo. Questo assaggio di istantaneità si trova anche per l’uso, grazie al rinvio di operazioni di equilibrio in tempo reale, molto apprezzato dai budget stretti: il 60% dei clienti di nichel ha meno di 1.000 euro di entrate mensili. “Quando viene chiesto perché aprono un account a casa, il tempo reale non è mai citato. Quando viene chiesto perché rimangono, è citato per primo,” afferma Arnaud Giraudon.

Maggiori informazioni sull’account di nichel

(1) L’account Nickel è presente oggi in quasi 2.900 punti di vendita, coprendo tutte le città con oltre 20.000 abitanti e si rivolge a 7.000 in un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *