Articles

L’amore a prima vista, ci credi? Queste 3 donne vivevano e dicono

L’amore a prima vista è lì? La domanda non rende più uno dei giornali, forse perché molte testimonianze sono arrivate a confermare il suo rumboling, anche perché sappiamo che l’amore è una sensazione, molto più di un processo di intellettualizzazione. Quindi cosa ci interessa oggi, sono storie, storie uniche d’amore a prima vista. Storie che ci mostrano quanto desiderio e amore improvviso probabilmente cadano su di noi anche quando non crediamo. Ciò che ci interessa, è anche quello di dare amore per amare la sua quota di magia e mistero, per fermarci, forse, per mettere in discussione i comportamenti l’uno dell’altro (perché non ricorda?) E per associarli con il loro genere (comunque, il loro genere Ragazzi …). Perché l’amore, non lo controlliamo sempre ed è bello saperlo; Ci consente di mantenere le nostre unghie e le tue speranze. Per iniziare il 2020 con un buon amore e un passo in modo diverso, quindi abbiamo scelto di condividere tre incredibili storie d’amore a prima vista, perché non è solo quando si ferma che l’amore ci sorprende.

hélène , 33 anni: “Sapevo di aver incontrato il mio futuro marito”

il mio amore a prima vista ha avuto luogo nell’aprile 2015. Ho ricevuto HR in un’agenzia di marketing e ho reclutato per una posizione di direttore commerciale. Avevo già visto molti candidati ma ho ricevuto il CV di un certo Willy. L’ho contattato per un’intervista lunedì seguendo. Già, un caldo contatto caldo sul telefono e i candidati chiamati dozzine a settimana. Era davvero diverso. Il lunedì successivo, quindi arriva, stampare in tempo. Fisicamente è una specie di Clark Kent. Sono già un po ‘turbato ma rimango Pro, dopo tutto è lì per un lavoro. L’intervista dura due ore, parla molto e mi rendo conto che abbiamo un sacco di punti comuni. Ho il taglio del respiro, nella propria direzione. Perdo un po ‘l’aria, è davvero strano. Alla fine, lo cammingo, mi unisco ai miei colleghi e io dico loro “Ho incontrato il mio futuro marito”. Questo ragazzo mi aveva restituito il cervello. Ero persuaso che fosse “quello”. Ero iper calmo, sereno come se fosse ovvio cosa. Non credo nell’amore a prima vista, aveva tutto: amanti degli animali, surf amatoriali, auto-riluttanti, un sorriso franco. E fisicamente, ha funzionato. L’alchimia era totale. Tutto Brad Pitt era, se apre la bocca l’avevo trovato come un marrone, immagino di aver sentito nulla.

Ha trascorso tre interviste aggiuntive per finalmente non avere il lavoro. Ho dovuto annunciarlo, un po ‘vergognoso. Mi ha ringraziato da texto per quello che ho fatto e mi ha detto che aveva solo un rimpianto, quello di conoscermi in un professionista e non persuanale. Ricordo di piquet di un Bulger da solo nella Ter Champagne-Ardennes che mi ha riportato da mia madre in tutti i mesi di luglio senza aria condizionata. Ho ucciso per scrivere qualcosa come “è scoppiato in realtà”, allora mi ha chiesto il permesso di avere un drink. Non lasceremo più l’un l’altro. Quattro anni dopo ci sposeremo e abbiamo un figlio di un anno. Ciotola per amore a prima vista totalmente reciprocamente reciprocamente: quando si lascia l’intervista aveva chiamato il suo migliore amico per dirgli che aveva incontrato la sua futura moglie.

Laurene, 36 anni: “Ho andato il suo nome prima Conoscerlo “

Sono in una relazione per otto anni. Tuttavia, ho avuto un amore a prima vista, un vero, finalmente credo. Era un sabato mattina esattamente, a settembre. Vado da casa per andare al panetteria, e qui vedo questo ragazzo davanti. Io incontro i suoi occhi e sento che lo conosco ma non sento le mie dita, è al telefono, colpisce i piedi sul cemento, ricordo il suo corpo, il suo atteggiamento, i suoi occhi. E io, in quel momento, sento che tutto vada, sento che non sono nella mia vita, perché in effetti, la mia vita è, andremo a comprare una baguette e faremo bambini. Ma cerco di riportarmi, faccio quello che devo fare, torno indietro, trascorro un giorno normale con il mio ragazzo, dimentico senza davvero dimenticare. Domenica mattina, Rebelote, vado giù, e poco prima di arrivare al panetteria, lo vedo in lontananza, camminando verso di me. La mia pancia spremere, diventa bollente, ho ventomila farfalle che rendono la carosello, tremido, ho paura del reclutamento ma mi sento come se. Quando passa vicino a me, sono rosso e lo dico che chiamato Damien. Non avevo mai vissuto qui e non sono il tipo di bullone. Ecco.

In tutto e per tutto, ho visto questo ragazzo a circa cinquanta volte nel mio quartiere, ho sognato di lui un pacchetto di volte sentendo la stessa palla nella pancia dell’amore nel risveglio e ho finito per avere conferma: Si chiama Damien. Penso ancora a lui, che non interferisce con la mia storia, non penso che l’amore a prima vista chieda di essere trasformato in una casa e nel minivan. A volte se, a volte no. Lì, mi dico che è no, anche se a volte ho la certezza che alla fine finiremo chiacchierando, anche se mi sono trasferito. Perché una cosa ovvia è avvenuta e le cose ovvie, è necessario e rimane.

Emilie, 22 anni: “Sono stato elettrizzato dalla testa ai piedi”

amore mio a La prima vista risale all’estate del 2015. Avevo quasi 18 anni. Era in un concerto. Dovevo trovare un ragazzo della mia età che non lo sapevo ancora. È stato uno stupido piano: quando ho detto a un fidanzato che avevo preso un posto per questo concerto, ma che andai da solo, ha messo in contatto con uno dei suoi amici che lo ha fatto anche. Quindi ho ottenuto il suo numero, ci siamo scambiati e ho deciso di approfittare dell’evento per conoscersi. Era davvero in tutto il buon onore, non avevo davvero idea di dietro la testa. Quando ci siamo trovati faccia a faccia, ero come elettricamente alla testa. Ci siamo scambiati un sorriso ed eravamo entrambi un po ‘storditi da ciò che aveva appena passato tra di noi in un look. Abbiamo iniziato a chiacchierare e se una parte di me ha bevuto le sue parole, l’altra parte era completamente altrove, dettagliandolo e chiedendosi dove potrebbero venire queste sensazioni. Avevo entrambe le impressioni di conoscerlo per sempre e quello di aver passato la mia vita ad aspettarlo, era paradossale, intenso, spaventoso come bello. Avevo formiche nelle gambe e le mani sudate …

Non dovremmo mai riparare. Eppure due settimane erano abbastanza per uno per iniziare formalmente come una coppia nonostante i quattrocento chilometri che ci hanno separato in quel momento. Era ovvio per noi, siamo stati fatti l’uno per l’altro, come se fosse stato decretato da forze superiori. La nostra storia è durata tre anni e mezzo. È diventata tossica mentre era stata bella e appassionata … noi che non potemmo viverne uno senza l’altro all’inizio, che divennero fisicamente malato quando siamo rimasti troppo a lungo, non potevamo finalmente sopportare nessuno nella stessa stanza. Siamo andati da un estremo all’altro. Non avrei mai immaginato che questo sia così intenso e così vendicativo. Una storia che non dimenticherò mai anche se non vivo con la speranza di trovare il mio ex. È infatti, ma non rimane nulla: ci sono ancora molti e comporre oggi con tutti questi ricordi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *