Articles

Patto di amicizia turco-tedesco

Dopo il grilletto della Seconda Guerra Mondiale nel 1939, İsmet İnönü, presidente della Turchia, persegue una politica di neutralità e cerca di tenere il paese lontano dal conflitto. Il paese mantiene relazioni con i due partiti belligeranti (l’asse e gli alleati), si ottiene in questo gioco diplomatico l’incarico di Francia di Alexandrette’s Sandjak e acquisisce attrezzature militari. Il Terzo Reich, tuttavia, cerca dalla diplomazia per muovere la Turchia lontano dal Regno Unito.

Il 1 ° marzo 1941, Bulgaria, desiderando acquisire le regioni in cui vivevano le comunità bulgara in Grecia (Macedonia orientale e Tracia) In Jugoslavia (Macedonia di Vardar) firma il patto tripartito e si unisce ufficialmente ai poteri dell’asse. Il 4 marzo 1941, Franz von Papen trasmette una lettera di Adolf Hitler a İsmet İnönü. Nella sua lettera, Hitler scrive che “non è responsabile per l’innesco della guerra e non intende attaccare la Turchia”. Sottolinea anche che ordina alle sue truppe in Bulgaria di stare lontano dal confine turco in modo che non interpretino la loro presenza. ” Propone un patto di non aggressione in Turchia.

Un colpo di stato militare lanciato il 1 ° aprile 1941 da Rachid Ali Al-Gillani inverte il regime pro-britannico in Iraq. I quattro generali Putschist lavorano a stretto contatto con i servizi di Intelligence nazista e accettano gli aiuti militari dalla Germania. Hitler chiede il permesso della Turchia di passare attraverso il territorio turco per fornire aiuti militari all’Iraq. In cambio, il governo turco richiede alcuni angoli del suo confine con l’Iraq. Durante questi negoziati, le forze britanniche attaccano l’Iraq dal 18 aprile e restano il regime dell’Emir Abdelilan Ben Ali El-Hachemi, reggente del re Fayçal II dell’Iraq, poi quattro anni, il 3 giugno.

Il terzo Reich e la Bulgaria invadono la Jugoslavia e la Grecia dal 6 aprile 1941 al 17 aprile 1941: Wehrmacht e Luftwaffe chiedono il permesso del governo bulgaro di implementare anche sui suoi confini, che è concesso. La Bulgaria annea le regioni greche e jugoslave che ha affermato, con un’eccezione: il Dipartimento Greco di Euro, l’attraversamento del frontiere della Turchia, direttamente amministrato dalla Germania.

İsmet İnönü risponde favorevolmente a Adolf Hitler, e gli inglesi osservano gli sviluppi con grande ansia. Presto dichiarano che i quattro sottomarini che la Turchia li hanno ordinati e ritardati la consegna, sono ora pronti per essere consegnati. Il governo britannico richiede una missione militare turca di prendere consegna in Inghilterra il prima possibile. La nave di questa missione, la refah, che doveva andare da Mersin (in Turchia) in Inghilterra via Port-ha dichiarato, sotto il controllo britannico, in Egitto, trova una tragica fine il 23 giugno 1941, quando è torprezzato da un sottomarino non identificato (Probabilmente italiano o tedesco) e che la maggior parte dell’equipaggio turco viene ucciso. D’altra parte, i tedeschi dicono che il silunino della refah è il lavoro del francese britannico o francese.

Il 22 giugno 1941, solo quattro giorni dopo la firma del patto tedesco-turco, Le truppe tedesche attraversano i confini dell’URSS nel contesto dell’operazione Barbarossa per invadere il paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *