Articles

Qual è il nome islamo-residism il nome?

Di cosa stiamo parlando quando parliamo di Islamo-Gauchism?

Questa nozione è rilevante per descrivere una padella di ricerca e come interpretare le parole del ministro chiedendo ai CNR di definire, cito, cos’è la ricerca e qual è il militante? Ecco alcune delle domande che sciamarono nella stampa questa settimana.

A Figaro, il filosofo Jean-François Braunstein dà la sua definizione della parola e descrive che cito, l’arrivo rapido nelle teorie della Francia che stanno distruggendo Università americane. Esisterebbe in Francia come negli Stati Uniti, continua, un “razzismo sistemico” e un “privilegio bianco”: il razziale diventa una specie di razzismo a testa in giù.

Ma l’islamo- Secondo lui altro I campi, avrebbe incluso altri campi, che il filosofo elenca: teorie indigeniste e decolonali, studi di genere, scrittura inclusiva, studi di invalidità, peso o pornografia. Questo non è più l’oggetto che conta Jean-François Braunstein, ma l’appartenenza a certi presupposti in conformità con l’approccio militante e vittima di questi “studi”.

nell’espresso, il Linguist Jean Szlamowicz, Co -Founder del controverso “Osservatorio del Decolonialismo” specifica che l’islamo-gauchism non si manifesta dal comprovato sostegno all’islamismo, ma da una convergenza de facto tra genere, i movimenti decorativi o l’uso della parola islamofobia. Il linguista aggiunge: “All’epoca di Foucault o Barthes, l’approccio strutturalista doveva vedere come funziona l’azienda, attraverso strutture sepolte e inconsce. Non ha avuto l’ambizione di rovesciare queste strutture come oggi. E conclude: È il ruolo degli accademici per dare strumenti d’azione all’attivismo sociale?

Sul lato dell’Università e istanze di ricerca Le parole di Frédérique Vidal sono state ricevute con stupore …

Con stupore e con comunicati stampa non ambigui. Mentre quello del CNRS è per Islamo-Gauchism non è una realtà scientifica, la conferenza dei presidenti dei presidenti. Le università concludono la sua secchezza: “Il dibattito politico è in linea di principio non un dibattito scientifico: lo fa non deve portare a dire a nulla “.

per il sociologo e americanist eric fassin intervistato da francatvinfo.fr, è un” caccia alle streghe ” . “Quando parliamo di intersezione come faccio nel mio insegnamento,” spiega, “mediante razza articolazione, tipo e classe, diamo per vedere la complessità del mondo. Allo stesso tempo, chiediamo all’ordine sociale. È mostrato che gli standard sono politici: riproducono più rapporti di dominio. E parlano di dominio, continua Eric Fassin, è quello di chiedere la questione della fonte di disuguaglianza, il cui aggravamento minaccia la coesione della nostra società.

in La liberazione, è l’economista Thomas Psettyty che condivide la sua rabbia. Secondo lui, l’attuale isteria intorno all’accusa di Islamo-Gauchism ci fa incrociare, cito, una nuova soglia anti-intellettuale. E le chiamate economistiche, come molti altri su Twitter, alle dimissioni del ministro.

Allora, cos’è I islamo-Gauchism il nome?

Elementi di risposta, nella revisione dei supporti INA, che replica uno studio di Benjamin Tainturier pubblicato per ultimo Novembre. Il ricercatore Alla MediaLab of CPO e specialista nella cartografia della guerra di informazioni “Lo spazio discorsivo in cui la copertura dei media” della parola islamo-gauchism gioca. Immagina una nuvola di parole con il Centro Islamo-Gauchism e dove la vicinanza spaziale delle parole è equivalente alla prossimità semantica. Sulla base di un’analisi di 2500 articoli pubblicati tra il 2002 e il 2019, Benjamin Toturier studia il viaggio di Islamo-Gauchism in pubblico parlare, oltre alle crisi politiche e agli attacchi.

Analisi utilizzando i modelli Word2VEC per definire i termini che appaiono nelle vicinanze della nozione di islamo-gauchismo tra il 1 ° aprile 2016 e 28 settembre 2017.
Analisi utilizzando i modelli Word2VEC per definire i termini che appaiono nelle vicinanze della nozione di islamo-gauchismo tra il 1 ° aprile 2016 e il 28 settembre 2017. • Crediti: Benjamin Tainturier, MediaLab , CPO, per la revisione dei media, INA.

Prima correlata in questa nuvola di parole ai concetti dell’Occidente del Sionismo e D antiumore, islamico -La termine, il termine è limitato alla domanda prima avvicinarsi alle parole vela, musulmani, nazionalità e repubblica fino al turno dell’anno 2016, dopo gli attacchi in particolare.È quindi di una nozione polisemica utilizzata per la prima volta con virgolette e senza troppa serietà, e il che si arricchisce sopra i dibattiti sulle reti e perpetuare interposto per diventare a poco a poco, “disse Benhamin Toturier,” un vero spazio coerente e ampio spazio discorsivo che riesce ad emergere. Da qualche parte, e nonostante la sua polisemia, aggiunge-fino alla nozione di Islamo-Gauchism è finalmente forte di una certa unità semantica, che deve molto, concludere- promuove due diverse tradizioni politiche: un certo diritto acquisito con Idee neoconservative e una sinistra repubblicana difendendo una certa visione del secolarismo.

di Matteo Caranta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *