Articles

Qual è il nostro rapporto con gli spazi esterni sotto il confinamento? | H1GE

Un sondaggio condotto a Zurigo e Ginevra con oltre 1000 persone sottolinea l’importanza degli spazi aperti, compresi gli spazi verdi, per la popolazione nella crisi Covid-19.

La scuola superiore di Rapperswil (HSR) e la scuola superiore del paesaggio, ingegneria e dell’architettura di Ginevra (Hepia) ha guidato congiuntamente un’indagine, per i cantoni di Zurigo e Ginevra, sulla condotta ricreativa della popolazione durante la crisi coronavirus. La ricerca è costruita sul postulato che gli spazi aperti e verdi sono importanti per affrontare gli effetti che la crisi cviv-19 ha sul benessere della popolazione. E lo scopo dell’indagine è di analizzare i cambiamenti dei comportamenti e delle percezioni che la popolazione ha questi spazi nella fase più severa del confinamento, fondata dal 17 marzo. Questa indagine rappresentativa ha avuto luogo durante la Settimana Pasqua dal 9 al 19 aprile 2020, 1022 persone hanno risposto online, di cui 251 nel cantone di Ginevra e 771 nel cantone di Zurigo (popolazione 2,5 volte più grande).

Lo studio dimostra che la popolazione segue nella sua vasta maggioranza le raccomandazioni delle autorità, rimanendo, secondo la loro valutazione, significativamente “molto più di prima del 17 marzo” a casa. Questa osservazione è più a Ginevra che a Zurigo, le condizioni di salute sono più critiche.

Il sondaggio rivela anche l’importanza degli spazi aperti e verdi per affrontare gli effetti della crisi sulle persone, la loro salute e socievolezza . Le attività svolte all’aperto sono quindi soprattutto “passeggiata, apprezzo la calma, cammina”. In particolare sviluppare emozioni positive, godersi la natura e arricchire i suoi giorni.

Consultare lo studio dello studio

Leggi il comunicato stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *