Articles

Un ormone cardiaco aiuta a combattere il freddo | Inserm – Scienza sanitaria

Per molti scienziati, la questione della “termogenesi senza rabbrividire” – vale a dire la produzione di calore dal corpo indipendentemente dalle contrazioni involontarie intese a riscaldare il corpo – era Si è stabilito: molte opere avevano dimostrato che un meccanismo centrale, a seconda della percezione del freddo dal cervello, stimolato fibre simpatiche del sistema nervoso autonomo e la produzione di neurotrasmettitori (catecolammina) per attivare la termogenesi nel tessuto grasso. Quest’ultimo va dalla degradazione dei lipidi memorizzati negli adipociti. Ciononostante, questo meccanismo centrale non ha spiegato tutta la produzione di calore. L’oro Cédric Moro * e il suo team dell’Istituto di malattie metaboliche e cardiovascolari a Tolosa sapevano che l’ormone cardiaco coinvolto nella regolazione della pressione sanguigna, l’ANP (per il peptide natriuretico atriale), possedeva anche la capacità di degradare dai lipidi. Inoltre, il team voleva controllare se questo ormone non poteva svolgere un ruolo nella termogenesi.

Per questo, i ricercatori hanno sviluppato un modello di topo geneticamente modificato per la mancanza di ANP. Hanno esposto questi animali e manici di controllo a una temperatura di 4 ° C per alcune ore, quindi misuravano diversi parametri che riflettono la termogenesi nel loro corpo, in particolare la loro temperatura corporea o l’attività delle cellule del loro tessuto adiposo, in particolare. Adipociti marroni Quello sono i principali produttori di calore (vedi casella).

Intolleranza fredda in assenza di ANP

Queste analisi hanno confermato le loro ipotesi: l’ANP è necessario per riscaldare la produzione. I topi che sono privati hanno sviluppato ipotermia quando sono stati esposti al freddo. Questa intolleranza a basse temperature è stata accompagnata da una metà di diminuzione dell’attività cellulare del tessuto marrone adiposo. La lipolisi è stata ridotta anche in tessuto adiposo bianco, quindi la concentrazione di trigliceridi circolanti era bassa. Allo stesso modo, il tasso di glucosio del sangue era inferiore a topi senza ANP a causa di una diminuzione della sua uscita dal fegato. Ora i trigliceridi e il glucosio servono come substrato con adipociti marroni per la produzione di calore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *